Homepage > Stakeholder > Ambiente >

Migliorare l'ambiente

 
Il Gruppo Iren ha già pianificato importanti e articolate azioni future per migliorare costantemente l’impatto sull’ambiente delle proprie attività.
Obiettivi Azioni future
Emissioni Riduzione al 2023 delle emissioni di CO2 del 5% rispetto al 2017
Efficienza energetica, rinnovabili e teleriscaldamento Incremento al 2023 dell’11% delle volumetrie teleriscaldate rispetto al 2017:
• investimenti in nuovi allacciamenti alla rete del teleriscaldamento in tutti i territori
• realizzazione di 10.000 mc di nuovo storage termico nelle città di Reggio Emilia, Genova, Parma, Piacenza e Torino
• investimenti ulteriori per la flessibilizzazione degli impianti termici, per garantire migliori standard di efficienza e rispondere alle future sfide del mercato elettrico
 
Consolidamento del primato su fonti ecocompatibili attraverso investimenti nel settore mini idro e fotovoltaico
 
Efficientamento energetico:
• risparmio al 2023 del 10% di tonnellate di petrolio equivalente (Tep) rispetto al 2017
• riqualificazione energetica di edifici sia pubblici che privati attraverso interventi sull’involucro
• interventi di monitoraggio e di consulenza per la riduzione dei consumi energetici dei clienti
• interventi di revamping sugli impianti termici
• interventi di relamping ed efficientamento degli impianti di illuminazione pubblica dei comuni di Fidenza, Fiorenzuola e Torino
• messa a punto delle pompe ad alta efficienza energetica sulle principali stazioni di sollevamento fognario e monitoraggio del risparmio energetico
 
Installazione di corpi illuminanti a maggiore efficienza energetica nella maggior parte degli impianti di trattamento e smaltimento rifiuti
Circular economy: gestione, raccolta e riuso dei rifiuti Crescita della la raccolta differenziata al 2023: 60% a Torino e 79% medio nelle province di Piacenza, Parma e Reggio Emilia
 
Estensione della tariffazione puntuale a ulteriori 2 comuni (circa 187.000 abitanti) entro il 2019 e al 90% dei comuni gestiti entro il 2023
 
Incremento della quantità di rifiuti recuperabili trattati in impianti del Gruppo: conclusione iter autorizzativi per
• impianto di recupero della frazione organica con produzione di biometano a Reggio Emilia
• impianto di selezione di carta e plastica nel torinese
• impianto di selezione di carta e plastica presso il PAI di Parma
Uso sostenibile delle risorse idriche Riduzione dei prelievi di acqua dall’ambiente per la distribuzione ad uso potabile:
• riduzione al 2023 di 5 punti percentuali delle perdite di rete rispetto al 2017, grazie alla distrettualizzazione dell’84% delle reti idriche e alle iniziative di educazione alla sostenibilità
 
Riduzione dei consumi di acqua nei processi produttivi: ottimizzazione del sistema di riciclo acque reflue nel raffreddamento delle scorie della termovalorizzazione
 
Miglioramento quali-quantitativo della capacità depurativa:
• incremento al 2023 della capacità depurativa degli impianti, in termini di abitanti equivalenti, del 14% rispetto al 2017
• abbattimento inquinanti nell’acqua depurata: BOD 94%, COD 90% e SST 93% al 2023
Innovazione e smart cities Città resilienti: estensione del progetto Just Iren a tutti gli ambiti di intervento per ridurre gli impatti dei servizi di raccolta, della logistica, dei processi amministrativi connessi, del controllo dei servizi sul territorio, dell’estensione della modalità di tariffazione puntuale
 
94% di contatori gas intelligenti installati al 2023, per il miglioramento dei sistemi di fatturazione delle società di vendita e del monitoraggio da parte del cliente
Efficienza e affidabilità dei servizi Efficientamento degli impianti di trattamento e recupero dei rifiuti: installazione di adeguata sensoristica sui sistemi di misurazione presenti nei siti per un costante presidio grazie all’interconnessione con il sistema Just Iren, in via di sviluppo
 
Miglioramento del livello di sicurezza della rete gas:
• rete gas ispezionata: 85,5% su rete di alta e media pressione, 80,5% su rete di bassa pressione
• rinnovamento della rete gas per la sostituzione dei tratti più obsoleti (ghisa grigia e acciaio non proteggibile) con importanti investimenti in protezione catodica
• potenziamento della ricerca fughe su infrastrutture più critiche (rete in ghisa grigia, giunto canapa e piombo)
• prosecuzione ricerca dispersioni correlata alla sostituzione dei contatori elettronici
• 97% delle chiamate di pronto intervento con tempo di arrivo sul posto entro i 60 minuti
Gestione responsabile delle filiere di business Riduzione degli impatti ambientali delle reti elettriche al 2023:
• dismissione di 250 cabine elettriche con emissioni elettromagnetiche nell’area di prossimità
• rinnovamento completo di 15 cabine per il completo annullamento delle emissioni elettromagnetiche
• dismissione e smaltimento di 100 trasformatori MT/BT contenenti olio contaminato da PCB/PCT
 
Contenimento delle emissioni olfattive del PAI di Parma: completamento delle attività di potenziamento del sistema di abbattimento odori della zona trattamento fanghi
 
Riduzione della produzione di rifiuti liquidi: realizzazione del sistema di convogliamento acque reflue all’impianto di depurazione del PAI di Parma
 
Prosecuzione dismissione e smaltimento di apparecchiature contenenti componenti pericolose
 
Implementazione del Sistema Certificato QSA (Qualità, Sicurezza, Ambiente):
• certificazioni ISO 9001 e BS OHSAS 18001 della discarica REI
 • certificazioni ISO 9001 e BS OHSAS 18001 e mantenimento della certificazione ISO 14001 di TRM
 • certificazione ISO 50001 di Iren Energia
 • certificazione ISO 27001
 • applicazione della nuova metodologia di svolgimento dell’Analisi Ambientale a tutte le società del Gruppo certificate ISO 14001
 • implementazione del sistema di gestione integrato QAS di ACAM Acque, ACAM Ambiente, ReCos e Spezia Energy Trading (ISO 9001, ISO 14001 e BS OHSAS 18001)
• estensione delle certificazioni QAS di Iren Laboratori alle sedi di Vercelli e di La Spezia
• estensione delle certificazioni QAS alle attività di Disinfezione, Disinfestazione e Derattizzazione
• certificazioni QAS delle attività svolte presso il sito Mancasale (RE) e delle attività di progettazione e realizzazione lavori presso il sito Cornocchio (PR)